Smartworking

SMARTWORKING ALL’ISOLA D’ELBA, LONTANO DAL CAOS VICINO AL RELAX

La possibilità di essere attivi in Smartworking si sta diffondendo sempre di più e, già che ci siamo, perché non scegliere una meta che, appena fuori la stagione balneare, appare attraente, tranquilla, comoda e pratica, come l’isola d’Elba? Sono già in molti che hanno deciso di passarci del tempo lontano dal “continente”, tra la pace della vita di paese e a due passi dalla natura.

Abbiamo deciso di raccontarvi una giornata tipo, dal punto di vista di una nostra amica e collega bolognese, che, durante questa primavera, ha deciso di trasferirsi per qualche mese, complice le tariffe più abbordabili anche per un soggiorno piuttosto lungo.

Allora G******, ci racconti un po’: com’è stato lavorare a distanza, dall’Elba?

Prima di tutto – e a differenza di quanto mi aspettassi! – ho subito cominciato a coltivare delle buone abitudini. Mi svegliavo alle 7:15, facevo colazione nel mio appartamento, e per prima cosa, scendevo di casa per passeggiare almeno 20 minuti per arrivare sulla spiaggia. Ogni giorno, non sono mancata neanche una volta.

Non ti veniva voglia di startene lì tutto il giorno?

No, cioè sì! L’aria iodata del mare è un toccasana per avere uno sprint in più per la giornata, ed era diventata una routine a cui non volevo rinunciare.
Tornavo in casa, accendevo il computer e iniziavo a lavorare. C’è da dire che mi piace lavorare: faccio siti internet e il lavoro, per fortuna non manca.
Qui potrei già darvi il primo consiglio: anche se qualche volta vi distraete, mettetevi ad una finestra dove si sente il mare: il rumore, l’odore, magari la possibilità di vederlo, anche se da qualche distanza, vi farà benissimo all’umore. Ci sono cose – come dire? avvolgenti che esistono solo su di un’isola. Chi c’è stato, lo sa.
A pranzo, alcune volte scendevo per le vie del paese, dove avevo trovato dei ristorantini buonissimi, magari quelli dove vanno a mangiare anche i locali. Altrimenti pranzavo tranquillamente in casa.
Un altro consiglio: la mattina, oltre alla camminata, potete andare per i mercati cittadini a comprare quello che più vi va da mangiare! Qui, chiaramente, non è mai mancato il pesce (su tutti il polpo, una mia grande passione).

©R.Ridi3672PE

Se poi si è in due, raddoppia il divertimento no?

Assolutamente! Per un paio di settimane, c’è stato anche il mio ragazzo. Le opportunità per svagarsi, in coppia o da soli, sono parecchie. Ecco l’elenco delle
mie preferite:
– camminare tra i sentieri in mezzo al verde e ai boschi dell’isola;
– andare in spiaggia per prendere quelle ultime 3-4 ore di sole, che dicono siano le
migliori; in quattro mesi, non ne ho visto neanche la metà. Sono tantissime!
– praticare sport! Per me, in particolare, andare a giro con la Mountain Bike;
– visitare i luoghi di cultura dell’isola, soprattutto ora che si festeggia il bicentenario
per Napoleone.

Di sera, in settimana, dipende da quanto ero stanca a fine giornata. A volte, finivo per guardare un film e poi a letto. Ma parecchie volte, almeno due o tre volte a settimana, ce ne andavamo a giro per gli altri paesini dell’Elba, che sono tutti relativamente vicini. Anche se le strade, di notte, sono un po’ buie. D’altronde, è come stare in campagna.

┬®R.Ridi7339PE

Consiglieresti lo smartworking all’isola d’Elba?

Mah, io mi sono trovata benone e – lo confesso – mi trasferirei volentieri. L’effetto Vacanza Lunga c’è tutto e, alla fine, comincia a conoscere un sacco di persone e
ti senti anche a casa. Comunque, fuori stagione e se non cerchi proprio la casa “coi piedi nel mare”, le offerte ci sono e sono abbordabili. E c’è differenza fra i paesi veri e quelli balneari dove, fuori stagione, i negozi sono un po’ tutti chiusi.
Per arrivare sull’isola, non ci sono problemi, i collegamenti con traghetti e aliscafi ci sono. Se volete, si può arrivare anche in aereo. Per muoversi dentro l’isola, soprattutto di sera, una macchina o anche un motorino, è comodo.

 

Smart Working all’isola d’Elba: http://www.visitelba.info/smartworking/ 

PH: Roberto Ridi

Share this post

Nessun commento

Aggiungi commento