Le penne in barca: una ricetta 100% Elba

Penne in Barca – Ricetta:

  • 4 etti di penne rigate
  • mezzo litro di besciamella:
    • 50g burro
    • 50g farina 00
    • un pizzico di sale fino
    • un pizzico di noce moscata
    • mezzo litro di latte intero
  • 800 grammi di vongole con guscio
  • 4 spicchi d’aglio
  • un peperoncino
  • un ciuffetto abbondante di prezzemolo
  • 1 uovo intero
  • olio extravergine d’oliva

Difficoltà: media – Costo: basso – Dosi: per 4 persone

Per prima cosa pulite le vongole dalla sabbia: ponetele a bagno in acqua fredda per circa un’ora e mezza, passatele in uno scolapasta e sciacquatele bene sotto l’acqua corrente, sempre fredda, rimescolandole con le mani.

Scolatele e passatele direttamente in una padella larga e bassa, senza aggiungere nessun condimento. Coprite e sfiammate a fiamma alta finché i gusci non si aprono (ci vogliono circa cinque minuti). A questo punto, raccogliete i molluschi dalla padella e metteteli da parte, conservando il liquido di cottura che avranno prodotto filtrandolo con un colino a maglie strette.

Preparate la besciamella: mettete a scaldare il latte, senza portarlo ad ebollizione ed insaporitelo con la noce moscata e il sale. A parte fate sciogliere il burro a fuoco basso. Una volta liquido, spegnete il fuoco e aggiungete la farina, mescolando con una frusta per evitare la formazione di grumi. Rimettete sul fuoco e mescolate fino a farla diventare dorata. Aggiungete dapprima poco latte caldo per stemperaree poi unite anche il resto, mescolando energicamente il tutto con la frusta. Cuocete 5-6 minuti a fuoco dolce finché la salsa si sarà addensatae inizierà a bollire.

Mettete sul fuoco l’acqua per la pasta e nel frattempo liberate dalla conchiglia circa la metà delle vongole.

Tritate gli spicchi d’aglio con buona parte del prezzemolo, il peperoncino e una manciata di vongole sgusciate e mettete a soffriggere di nuovo nella padella, questa volta con olio extravergine. Aggiungete le vongole, con e senza la conchiglia, e la loro acqua precedentemente raccolta.

Fate tirare il condimento e insaporire i molluschi, mescolando spesso. Ci vogliono circa una decina di minuti, il tempo di cottura delle penne rigate da quando l’acqua prende il bollore: scolatele al dente e trasferitele nella padella.

Saltate la pasta nelle vongole aggiungendo la besciamella e l’uovo intero finché non saranno ben condite e lasciate amalgamare il tutto per un attimo. Servite subito, decorando con il prezzemolo rimasto e accompagnando con un Elba Bianco DOC delle cantine isolane.

Squisite, ricche, eppure dal gusto delicato e semplice, da pulire il piatto. Il piatto della domenica nelle vie di Portoferraio, tra panni stesi e balconcini fioriti, nel riverbero del mare e dei luccichii delle barche nella darsena medicea.

Le Penne in Barca nascono negli anni ’60 dalla mente di Elbano Benassi, allora proprietario di un ristorantino tutto particolare all’ingresso della cittadina: piatti poveri ma nutrienti, rivisitati o creati al momento, a seconda degli ospiti che sempre più numerosi affollavano il locale, dagli autoctoni amici di una vita ai personaggi illustri, viaggiatori di mondo, politicanti e sedicenti tali che le prime ondate di turismo portavano all’isola d’Elba.

Molte sono le varianti per questo piatto d’annata, ma, come succede per la Carbonara, ogni chef che si rispetti vanta la versione ufficiale.

Noi abbiamo raccolto la nostra di domenica, e ci è piaciuta.

 

Share this post

Silvia Bracci

Grafica Pubblicitaria fiorentina di nascita, Guida Ambientale Escursionistica elbana d'adozione, mi occupo di tutto ciò che è Green e Natura, raccontando le meraviglie della montagna in mezzo al mare.

Nessun commento

Aggiungi commento