Piramide Alimentare Toscana ( Immagine dal sito www.regione.toscana.it)

La piramide alimentare toscana: cibo sano senza perdere il gusto

Sai cosa è la PAT? E’ la Piramide Alimentare Toscana.

Da tempo ormai gli studi scientifici confermano che il nostro benessere dipende il larga scelta da scelte personali, comprese quelle che facciamo a tavola.

Cibo sano e sport sono due regole importanti da seguire, ed entrambe fanno parte dello stile di vita elbano; che permette di accostare sport estivi come il nuoto alle lunghe passeggiate ed i percorsi trekking, ottimi in per tenersi in forma in ogni stagione.

La Piramide Alimentare Toscana (PAT) è la prima e unica iniziativa esistente che declina in ambito regionale prodotti e abitudini per una alimentazione corretta, in linea con le caratteristiche culturali e con le tradizioni alimentari della regione.

A questo link trovi tutto quello che ti interessa sapere sulla Piramide Alimentare http://bit.ly/1uKcWtD

Intanto resta con noi, scopriremo insieme gli alimenti 100% elbani per corretta (e gustosa) alimentazione esplorando i 6 livelli della PAT.

Il primo livello frutta e verdura da consumare in quantità più volte nell’arco della giornata.

Ecco una prelibata ricetta del noto Chef Alvaro Claudi per rimanere in forma senza perdere il gusto:

Gurguglione

Il gurguglione è uno stufato di verdure simile ad altri piatti più famosi che si cucinano in tutto il bacino del Mediterraneo.

Tra tutti il più conosciuto è la provenzale “ratatouille”. Nel periodo estivo era uno dei piatti che si preparava frequentemente, vista l’ abbondanza delle verdure che lo compongono. Era uno dei piatti che costituivano il “convio” dei minatori e degli operai. Qualche volta veniva arricchito con un pezzetto di lesso rifatto, con la tonnina o con un uovo cotto in camicia.

Il nome potrebbe derivare dal gorgoglìo che produce durante la cottura. A Capoliveri lo chiamano “ Gaspaccio” e lo servono sempre con un uovo affogato.

Ingredienti per sei persone:

600 gr di peperoni colorati, 3 grosse melanzane, 400 gr di zucchini, 300 gr di pomodori maturi, 3 cipolle, un mazzetto di basilico, sale, olio d’oliva

 Preparazione:

Pulire i peperoni privandoli dei semi e tagliarli in a pezzi grossi. Togliere parzialmente la buccia alle melanzane tagliarle e tagliarle a cubetti di circa due cm per lato. Cimare gli zucchini e tagliarli come le melanzane. In una padella fare imbiondire in abbondante olio di oliva le cipolle affettate, salarle leggermente per non farle caramellare. Aggiungere per primi i peperoni, poigli zucchini e dopo le melanzane. Fare rosolare bene a fuoco vivo per fare prendere colore alle verdure aggiungere i pomodori. Coprire la padella e terminare la cottura, ci vorrà circa mezz’ora. Aggiustare di sale e in ultimo unire il basilico a pezzi. Se durante la cottura si vede che vi è un’abbondante emissione di liquido si può aggiungere qualche patata a pezzi.

 

Foto dal sito www.regione.toscana.it

Share this post

Federica Mazzei

Elbana di nascita, giramondo per natura. Nata nel 1984 consegue nel 2007 una laurea triennale in Comunicazione sociale e nel 2009 una laurea magistrale con lode in Sistemi e progetti di comunicazione, prosegue il percorso formativo con una borsa di studio di due anni presso la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa (attività di supporto e potenziamento Ufficio Relazioni con il Pubblico, progettazione Piani integrati a livello di Zona distretto). Esperienze lavorative nel settore delle relazioni al pubblico, negli enti del terzo settore e nella comunicazione digitale.

Nessun commento

Aggiungi commento