Castagnaccio Ph Francesca

Il castagnaccio

Tra i dolci tipici della cucina elbana non può mancare il famoso Castagnaccio.

Nonostante sia un dolce autunnale si può gustare tutto l’anno all’Elba. Una volta terminato il periodo delle castagne infatti lo si prepara anche in inverno e in primavera con la farina conservata.

E’ un dolce definito “povero“, di origine contadina e prima ancora di assaggiarlo sarete rapiti dal suo profumo così inteso..

Gli ingredienti sono pochi… ma il risultato è garantito!

Servono infatti 750 ml acqua, 500 g farina di castagne, 100 g noci, 6 cucchiai olio di oliva extravergine, 100 g pinoli, 1 manciata aghi freschissimi rosmarino, q.b. sale fine, 80 g uvetta.

I passi da seguire sono molto semplici:

Preriscaldate il forno a 200°C e lasciare riposare l’uvetta in acqua tiepida.
Setacciate la farina in una ciotola, aggiungete un pizzico di sale, versate a mano a mano l’acqua nella farina di castagne, mescolando il tutto con una frusta fino a ottenere una pastella ben amalgamata.

Asciugate l’uvetta e aggiungetela all’impasto, con i pinoli e le noci tritate (tenete da parte un pò  di questi tre ingredienti  per cospargere la superficie del castagnaccio prima di infornarlo).

Ungete con l’olio una teglia bassa, versatevi il tutto e cospargete il con gli ingredienti messi da parte, a questo punto versate sopra un filo d’olio e informate per 30 minuti a 200° (fino a che si sarà formata una bella crosticina)..

Noi qui abbiamo già l’acquolina in bocca….E voi?!?

Ops quasi dimenticavamo l‘ingrediente segreto! Una “spolveratina”  di aghi freschissimo rosmarino proprio prima di informare 😉

Ph: Francesca http://bit.ly/1sm2bga

Share this post

Federica Mazzei

Elbana di nascita, giramondo per natura. Nata nel 1984 consegue nel 2007 una laurea triennale in Comunicazione sociale e nel 2009 una laurea magistrale con lode in Sistemi e progetti di comunicazione, prosegue il percorso formativo con una borsa di studio di due anni presso la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa (attività di supporto e potenziamento Ufficio Relazioni con il Pubblico, progettazione Piani integrati a livello di Zona distretto). Esperienze lavorative nel settore delle relazioni al pubblico, negli enti del terzo settore e nella comunicazione digitale.

Nessun commento

Aggiungi commento