taranta

Notte della taranta

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 22/08/2016
0:00

Luogo
Spiaggia di Marina di Campo

Categorie


Ecco l’unione della Musica ipnotica della Taranta Lucana alle antiche sonorità della “trance”.

In concerto le Officine Popolari Lucane e Pietro Cirillo! La serata è interamente organizzata dalla Gelateria Ghibli di Marina di Campo, con l’aiuto degli sponsor che hanno creduto in lui e alla Magia della Taranta!

Si ringrazia Il Bar Il Veliero, Giannino Live Music, Il Ristorante L’Approdo, Ristorante La Cantina del Mare, ElbaWebDesign, ed ElbaMyLove.

E’ uno spettacolo creato da Pietro Cirillo unico e travolgente che porterà il pubblico verso uno stato di ipnosi ed un viaggio unico ed irripetibile nei ritmi e suoni della Lucania.
Una terra legata ad una storia millenaria che parla di una cultura poco conosciuta ma ricca di tradizioni e canti popolari.
Le ballerine ripercorreranno l’evento magico legato al morso della “NERA TARANTOLA” lasciandosi travolgere dal ritmo trance che governerà ipnoticamente tutto il nostro concerto.
Una nuova forma di spettacolo che associa la musica ipnotica della tarantalucana alle antiche sonorità della“trance”. Uno spettacolo-festa, con ambientazioni coloratissime ed ipnotiche, caratterizzato dall’impressionante coreografia generata delle maschere “suonanti” multicolori che creeranno la “festa” e susciteranno la danza. Le maschere suonanti con le loro campane e coloratissimi nastri lunghi irrompono dai vari lati correndo e ballando in ogni direrzione tra la folla. Queste maschere suonanti sono le dirette discendenti dei satiri danzanti dei rituali dionisiaci che vediamo nelle antiche rappresentazioni del V-III secolo a.C.
Lo strumento tipico della Lucania è il cubba-cubba il cui suono cupo e profondo è provocato dallo strofinio della mano bagnata su una cannuccia cava, legata inferiormente ad una membrana fatta con pelle di animale o semplicemente con una tela. Lo sfregamento della mano sulla cannuccia e le vibrazioni della membrana amplificate dal recipiente determinano scansioni ripetitive assimilabili al ciclo biologico “nascita-vita-morte”. Suoni, colori e ritmi ipnotici invadono l’ambiente: i percussionisti riempiono l’aria di suoni, le maschere suonanti di colori e le ballerine scandiscono il ritmo ipnotico. Sul palco i musicisti eseguono il loro repertorio legato alle proprie, profonde e millenarie radici, riportando alla luce una tradizione fatta di ritmi e danze.

Vedi tutti gli eventi

Share this post

Silvia Bracci

Grafica Pubblicitaria fiorentina di nascita, Guida Ambientale Escursionistica elbana d'adozione, mi occupo di tutto ciò che è Green e Natura, raccontando le meraviglie della montagna in mezzo al mare.

Nessun commento

Aggiungi commento