Casetta Drouot

La “petite maison de bon repos” o  “Casetta Drouot” è un edificio storico che risale al  XVIII secolo. Si trova a Poggio, un luogo di pace e relax , tra i boschi di castagni e i panorami elbani.

 Se la visiterai di sicuro ne rimarrai affascinato…Non solo ti rapirà per quell’atmosfera di quiete così magicamente custodita dal  luogo in cui si trova, ma anche  i suoi spazi interni.

Visitare l’abitazione infatti  è come tornare indietro nel tempo: le pitture parietali tipiche rimandano allo stile settecentesco elbano. Rimarrai piacevolmente sorpreso dalle decorazioni in stile romantico,   nei toni rosati e acquamarina . La Casetta fu in grado di ispirare persino il grande Ernesto Ferrero:  si dice infatti che proprio  qui abbia scritto il suo celebre romanzo “N”,  da cui Verzì ha ricavato il film.

Casetta Drouot apparteneva al  Conte Antoine Drouot, generale francese che seguì all’Elba Napoleone Bonaparte. Lo stesso imperatore nominò Drouot  governatore dell’Isola, premiandolo per la sua fedeltà.

In queste stesse stanze Napoleone visse il suo periodo più romantico:  soggiornò in questa dimora nello stesso  periodo in cui si recò alla Madonna del Monte per il celebre incontro tra lui e la  sua amata contessa Maria Walewska.

Un luogo dunque che parla di storia, di amore, di amicizia e di relax. Stanze dove l’imperatore si fermava a riflettere circa i suoi piani e i suoi desideri per il futuro. L’abitazione è stata arredata con mobili originali e libri appartenuti allo stesso Napoleone, fra cui il famoso “Le cin codes”.

 La casa è rimasta chiusa per ben 200 anni e finalmente in occasione di questo Bicentenario riapre le sue porte ai visitatori. È una esperienza da vivere assolutamente . Puoi visitarla tutti i giorni su prenotazione, contattando la  Compagnia teatrale dei Tappezzieri ai numeri: 0565.997053 – 335.5926357

Vedi tutti gli eventi

Share this post

Federica Mazzei

Elbana di nascita, giramondo per natura. Nata nel 1984 consegue nel 2007 una laurea triennale in Comunicazione sociale e nel 2009 una laurea magistrale con lode in Sistemi e progetti di comunicazione, prosegue il percorso formativo con una borsa di studio di due anni presso la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa (attività di supporto e potenziamento Ufficio Relazioni con il Pubblico, progettazione Piani integrati a livello di Zona distretto). Esperienze lavorative nel settore delle relazioni al pubblico, negli enti del terzo settore e nella comunicazione digitale.

Nessun commento

Aggiungi commento